Come scegliere un’urna

Come scegliere un’urna? E’ la domanda che si pone chi sta vivendo il triste momento della perdita del proprio cane o del proprio gatto. E di chi decide di onorare degnamente la memoria di chi è stato amato per molti anni.

Un passo indietro. Il decesso di un animale deve essere certificato da un veterinario, il quale, se richiesto, può provvedere anche allo ‘smaltimento’ della salma. La legge infatti proibisce di seppellire le salme degli animali defunti, perchè sono ritenute potenzialmente pericolose, Devono quindi essere smaltite in modo specifico, nella fattispecie come ‘rifiuti speciali’.

Esistono però anche numerosi centri specializzati, presenti in tutta Italia, che offrono un servizio di cremazione individuale, con la possibilità di conservare le ceneri del proprio animale. Tali centri hanno, normalmente, a catalogo un ‘ampia scelta di urne che, ad onor del vero, sono spesso molto anonime e tutte abbastanza simili tra loro. Chi per il proprio cane o il proprio gatto desidera invece un qualcosa di ‘unico’, può procurarsi un’urna di propria scelta.

In questo caso è necessario considerare alcuni parametri. Innanzitutto la dimensione. Normalmente vengono prodotti 0,04 litri di cenere per ogni kg dell’animale in vita. A titolo d’esempio, un pastore tedesco del peso di 30 kg genererà circa 1,2 lt di ceneri, richiedendo quindi un’urna del volume nominale di 1,5 lt. E’ sempre consigliabile acquistare un’urna di dimensioni leggermente superiori a quelle derivanti dal calcolo indicativo di cui sopra. A volte, infatti, la forma dell’urna può ridurre notevolmente lo spazio effettivamente utilizzabile.

tabella dimensioni urne

tabella con proporzione peso cane e dimensione urna

La forma è invece un parametro estetico. Ci sono urne quadrate, rettangolari, a forma di anfora: dato che ogni urna è costruita per contenere idoneamente le ceneri, la scelta è legata esclusivamente al gusto personale. Anche il prezzo, infine, è un parametro variabile. Ci sono urne molto economiche ed altre più costose, in relazione al materiale utilizzato e alle tecniche di lavorazione. Ricordiamoci, però, che questa è l’ultima spesa che faremo per il nostro compagno di una vita…